20 / giu / 2016
Commedia, tragedia e filosofia sotto le stelle
VeliaTeatro: il Festival del teatro antico nella terra di Parmenide

Caro Jurnale,

sai cosa hanno in comune Fornace De Martino e VeliaTeatro? L’amore per la cultura e per l’arte declinata in tutte le sue forme, la valorizzazione del passato e la riscoperta di un patrimonio da tutelare.

 

VeliaTeatro è la rassegna sull’espressione tragica e comica del teatro antico che, nelle serate di agosto, darà vita alla sua XIX edizione nel Parco Archeologico di Elea-Velia, ad Ascea, sul litorale del Cilento. Un luogo d’eccezione, dal valore storico-culturale unico: il posto in cui vissero nel V sec. a.C. i celebri filosofi Parmenide e Zenone e oggi preservato quale Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco.

VeliaTeatro_Jurnale_DeMartino_2
E sarà proprio ai piedi della monumentale Torre medievale che domina l’acropoli della città antica che andrà in scena il Festival ispirato al repertorio greco e romano.

Il Direttore Artistico Michele Murino esprime appieno la passione e la dedizione a questa importante rassegna. «L’iniziativa – racconta Michele Murino – è stata ideata nel 1998 per connotare il sito archeologico attraverso un evento unico nel suo genere e strettamente connesso alla tipologia del luogo. Un impegno sempre perseguito nelle trascorse 18 edizioni. E il recente riconoscimento del Patrocinio concesso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, rende orgogliosi e, nel contempo, è ragione di ulteriore dedizione e responsabilità».

VVeliaTeatro_Jurnale_DeMartino_3

VeliaTeatro desidera riportare il teatro classico nei veri luoghi della classicità e valorizzare il Parco Archeologico di Elea-Velia in tutta la sua essenza storica-culturale. Parola e racconto, viso e corpo sveleranno le manifestazioni dell’essenza umana. L’edizione di quest’anno, tra l’altro, ha avuto anche l’autorevole patrocinio da parte dell’istituzione teatrale più importante in Italia: l’Accademia nazionale d’arte drammatica Silvio d’Amico.

 

VeliaTeatro, proprio come noi di Fornace De Martino, è apprezzata a livello nazionale e internazionale per le sue peculiarità artistiche e crede nella bontà dell’arte e della cultura che ci appartiene. Nelle nostre creazioni c’è la conoscenza che si tramanda nel tempo e si fonde con l’arte. Oserai, quasi, dirti che ci rivolgiamo alla stessa tipologia di pubblico: a coloro che hanno sete di arte e di cultura a 360°.

 

Mio caro Jurnale, in attesa di goderci lo spettacolo ad agosto, ti lascio con la frase con cui sono solito salutarti, perfetta anche per esprimere l’essenza di VeliaTeatro:

Ciò che è stato, sarà